Tag: come dormire bene

La bioceramica: materiale hi-tech per i nostri materassi

I nostri materassi utilizzano tecnologie all’avanguardia, fra queste compare l’utilizzo della bioceramica. Tessuto dai grandissimi benefici intrinsechi, vediamo insieme di cosa si tratta.

La bioceramica è un materiale esclusivo e piuttosto particolare, non dobbiamo fare confusione con filati tessuti “metallici” quali fibre di rame o di carbonio dalle presunte funzioni antistress. Questo materiale ha infatti un funzionamento completamente differente che è una vera e propria innovazione nel mondo del riposo.

I tessuti metallici si pongono principalmente l’obiettivo di schermare quello che potremmo definire inquinamento elettromagnetico mentre la bioceramica basa il suo principio effettivo sui raggi infra-red (FIR). Il comportamento è analogo a quello dei raggi infrarossi dal quale prendono il nome, si tratta di raggi esterni allo spettro visibile.

Il funzionamento dei raggi FIR è legato alla ricezione e trasmissione dell’energia termica. Il nostro corpo, durante il riposo, emette calore e le fibre in ceramica si occupano di recepirlo per nuovamente rispedirlo al corpo. Nello specifico, l’irradiazione è diretta verso l’apparato circolatorio.

Si tratta di radiazioni non dannose, in grado di agire efficacemente sottopelle.

Vantaggi

L’azione a livello profondo dei FIR permette diversi vantaggi per quanto riguarda l’attivazione dei più importanti processi metabolici. Il tessuto in bioceramica stimolando la circolazione favorisce la microcircolazione venosa che ha effetti diretti – estremamente positi- sulla fase metabolica. Un funzionamento migliore del metabolismo e una migliore circolazione sanguigna sono in grado di aumentare le difese immunitarie e migliorare la risposta del nostro organismo a dolori e acciacchi.

La bioceramica si conferma quindi un ottimo materiale per la realizzazione dei materassi ed è utile consigliarlo a chi soffre di dolori articolari o genericamente all’apparato muscolo-scheletrico.

Da Morfeo il dio del sonno, troverai innumerevoli materassi con rivestimenti in tessuto bioceramico che fanno al caso tuo!

Se sei interessato o vuoi ulteriori informazioni sui benefici di questo materiale hi-tech, contattaci!

Saremo contenti di aiutarti e trovare insieme la migliore soluzione per il tuo riposo.

Cuscino in lattice: tipologie e come sceglierlo

Scegliere il cuscino è un passo fondamentale per il miglior riposo! Se stai pensando di comprare un cuscino in lattice, in questo articolo troverai numerose indicazioni utili.

Il cuscino in lattice è ormai molto diffuso e sempre più spesso apprezzato per le sue caratteristiche di adattamento al corpo. Esistono innumerevoli tipi di guanciale in lattice, adatti alle più diverse esigenze.

Vediamo quindi le differenze fra cuscini in lattice naturale e cuscini in lattice sintetico.

Una distinzione fondamentale riguarda il materiale di fabbricazione del guanciale. Il lattice può infatti essere naturale oppure sintetico.

Il lattice naturale viene ricavato per lo più dalla corteccia dell’albero Hevea Brasiliensis, l’albero della gomma.

Si tratta di un liquido viscoso dotato di naturali caratteristiche fungicide e antibatteriche .

Il lattice naturale è utilizzato per innumerevoli prodotti vista l’elasticità e la resistenza che lo caratterizzano, rappresenta inoltre una scelta ecologica vista la sua provenienza totalmente naturale.

Il lattice sintetico è un composto prodotto dalla gomma SBR, polimero plastico che imita le proprietà di quello naturale. Le ottime capacità meccaniche dello stirene-butadiene fanno sì che i materassi in lattice artificiale presentino una ottima resistenza alla deformazione. La variante sintetica inoltre è completamente allergenica e presenta una maggiore resistenza.

Si tratta di due ottime scelte e spetta al cliente toccare con mano per scegliere quella a lui più indicata.

Un cuscino in lattice, un cuscino di qualità

Appurata la qualità del lattice come materiale, è necessario comprendere se il guanciale in lattice può essere una soluzione adeguata per le proprie esigenze!

Il lattice nonostante la morbidezza, rappresenta un ottimo materiale di sostegno adatto a chi soffre di dolori cervicali.

È bene che le vertebre cervicali non subiscano compressione durante il riposo notturno, così da svegliarsi riposati e senza spiacevoli torcicollo.

La scelta di un cuscino in lattice potrebbe essere quindi quella giusta per risolvere fastidiosi problemi di schiena e collo!

Anche la scelta della forma è importante:

Dormi di lato o a pancia in su? Un cuscino ortocervicale è la scelta giusta

Dormi a pancia in giù? Il cuscino a saponetta è l’ideale!

Se sei interessato ad acquistare un nuovo guanciale di qualità, contattaci e troveremo con te la migliore soluzione per il tuo riposo!