fbpx

Insonnia: cause, sintomi e possibili rimedi

Home » Insonnia: cause, sintomi e possibili rimedi

Insonnia

Insonnia: cause, sintomi e possibili rimedi

Quando si parla di disturbi del sonno si intende fare riferimento sia alla quantità di ore che riusciamo a dedicare al riposo, sia la qualità di quest’ultimo. L’insonnia è uno dei disturbi più frequenti e diffusi. Andiamo a vedere le cause, i sintomi ed i possibili rimedi.

Sintomi insonnia

Come detto, la problematica legata all’insonnia è tra i disturbi del sonno più diffusi e frequenti. I sintomi più comuni riusciamo a riscontrarli durante le ore notturne, soprattutto quando facciamo fatica ad addormentarci oppure quando il sonno viene disturbato da frequenti risvegli.

Per approfondire: Disturbi del sonno: cause, conseguenze e possibili rimedi.

Inoltre, questa problematica ha forti ripercussioni anche durante il giorno, in quanto le preoccupazioni relative al sonno, la notevole stanchezza ed il senso generale di irritabilità e malessere possono essere ricondotte a sintomi tipici dovuti all’insonnia.

Cause

L’insonnia è un problema che solitamente si verifica da bambini o da adolescenti. Se per i primi soggetti la causa può essere dovuta semplicemente alla mancanza di orari costanti oppure alla disabitudine nel dormire senza un genitore, per i secondi possono essere lievemente più complesse. Possiamo distinguere, infatti, due tipologie:

  • L’insonnia primaria è una forma che può derivare da un soggetto particolarmente predisposto a soffrire di stress, oppure può essere riconducibile ad eventi o periodi particolari.
  • L’insonnia secondaria, invece, può essere una conseguenza collaterale in seguito a periodi di depressione, ansia, malattie varie o gravidanza.

Rimedi

Come prima cosa è fondamentale assicurarsi di possedere un materasso comodo e di ultima generazione, in modo da capire effettivamente se si tratti di insonnia oppure di altre problematiche di minore importanza. Per scegliere il materasso più adatto è necessario capire quale potrebbe essere il modello più consono in base al peso corporeo e alle posizioni assunte durante la notte.

Per approfondire: Materasso matrimoniale: quale scegliere per dormire bene.

Se questo rimedio non dovesse bastare, è altamente probabile che si tratti di disturbi più o meno gravi. In questi casi sarebbe opportuno rivolgersi al proprio medico curante o ad una specialista, in modo da prendere le dovute precauzioni.

Torna su